Comune di Giulianova

Contrada della Rocca: la chiesa di Sant'Anna e il Torrione "la Rocca"

Seguici sulla nostra pagina facebook Seguici sul nostro canale Youtube Seguici sul nostro account Twitter
Città di Giulianova - Portale del Turismo
Multilingua
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Borghi storici marinari
Cosa vedere a Giulianova
Arte e cultura
Guida della Città e materiale informativo
Spiaggai diversamente abili
Spiaggia animali a quattro zampe
Imposta di soggiorno

Calendario eventi

LUNMARMERGIOVENSABDOM
       
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
«   Marzo  2019   »
Memorial Emilio Della Penna
Dal 19-04-2019
al 22-04-2019
Luogo: Campo sportivo "Castrum T.O." di Giulianova
Luoghi da visitare
Giulianova Turismo » Itinerari » Luoghi da visitare » lettura Turismo - Cosa vedere
Contrada della Rocca: la chiesa di Sant'Anna e il Torrione "la Rocca"
Giulianova
Telefono: 085 802 7930 - 0858021308/290
Indicazioni stradali
Caricamento Google Maps.......attendere
Informazioni e prenotazioni

- Palazzo Bindi, corso Garibaldi 14
dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13 e dalle 15.15 alle 19.15
085 8021308 - turismo@comune.giulianova.te.it

n



Descrizione

La Contrada della Rocca, posta nel punto più alto dell’antica roccaforte di Giulia, era il luogo più fortificato con i suoi tre torrioni: “La Rocca”, all’angolo, e a breve distanza gli altri due, detti “il Buscione” e “il Mozzone”, oggi non più esistenti. Il torrione è attualmente sede del Museo Archeologico comunale, dove sono conservate le testimonianze della vita della città romana di Castrum Novum Piceni. La cinta muraria di Giulia venne completata con ogni probabilità già entro il 1480, a pochi anni dalla fondazione, secondo tecniche costruttive adatte a far resistere le muraglie ai colpi delle armi da fuoco.

Al centro dell’area sorge la piccola chiesa di Sant’Anna, fondata, interamente eretta e arricchita poco dopo la metà del Seicento da un canonico della Collegiata con la dedicazione originaria a Santa Maria dei Sette Dolori. Interamente realizzata in laterizio a vista, è un piccolo esempio di architettura religiosa nata dalle istanze della Riforma di Trento e delle indicazioni di San Carlo Borromeo. L'interno, parzialmente ristrutturato, presenta un solenne altare barocco che ospita una pala dell'artista Sara Chiaranzelli (2015).

 

English

“THE STRONGHOLD” TOWER

The walls of Julia, northern entrance of the Kingdom of Naples, were the essential defensive element and the necessary functional structure of the new foundation.
The evidences we still have today of the original town walls, at that time surrounded by a deep moat, are the towers called “the Stronghold”, “the White”, “da Capo” or “Holy Mary” and the small tower of the Ducal Palace.

The tower "La Rocca", "The Stronghold”, situated at the crossroads between today’s via del Popolo and via Acquaviva, constitutes the most important remain of the ancient walls which once surrounded Julia. It was the highest tower and perhaps the last refuge of the feudal lord in case of invasion, as the name itself suggests.
It is located in the North-West corner of the town and presents a circular planned massive structure with a scarpwall up to half height. It was originally crowned with battlements and embrasures , supported by corbels . The building is on two levels , each consisting of a single vaulted room. The cylindrical shape and the rather marked scarped basement recall the most innovative solutions of the fifteenth century architects. The lack of vertical communication between the lower and upper rooms must be related to the siege function of the tower: the upper floor was only accessible directly from the defensive walls, of which only few traces remain in the
two wings of housing delimiting them, which still retain the ancient planimetric profile. Little remains of the ancient defensive structure, as the crown has been completely replaced with a recent iron balustrade.
The tower, after proper restoration works, has become the seat of the Civic Archaeological Museum of Giulianova .

THE CHURCH OF ST. ANNE
St. Anne is regarded as Holy Mary and Jesus Christ's protector and was built in the highest and most protected part of Julia, called “la Rocca”, “the Stronghold”.
St. Anne's church, originally dedicated to Our Lady of Sorrows, has the typical aspect of seventeenth century religious buildings of the area and was build by a priest of the Collegiate Church around 1650-60. Internally the building preserves an altar in baroque style, with columns and capitals. It is in a central and important position inside the small room and seems it was once colourful.

(Versione inglese a cura degli studenti del Liceo Scientifico "Curie" di Giulianova, Progetto Alternanza Scuola Lavoro Polo Museale Civico anno 2014)

 


Sant'Anna_Giulianova

Torrione della Rocca_mura

Condividi questo contenuto

- Inizio della pagina -

InfoPoint

Telefono  0858021308 - 0858021215

Email  turismo@comune.giulianova.te.it


Pagina Facebook  Pagina Twitter  Youtube

Il portale Turistico della Città di Giulianova è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eTOURIST

Il progetto Comune di Giulianova è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it