Comune di Giulianova

Giulia, una "città ideale" del Rinascimento: il centro storico in alto con il Polo Museale, la Biblioteca civica e i suoi luoghi d'arte

Seguici sulla nostra pagina facebook Seguici sul nostro canale Youtube Seguici sul nostro account Twitter
Città di Giulianova - Portale del Turismo
Multilingua
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Borghi storici marinari
Cosa vedere a Giulianova
Arte e cultura
Guida della Città e materiale informativo
Spiaggai diversamente abili
Spiaggia animali a quattro zampe
Imposta di soggiorno

Calendario eventi

LUNMARMERGIOVENSABDOM
       
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   
«   Gennaio  2019   »
mas giornata memoria 2019
Data: 27-01-2019
Luogo: ore 16.30 - M.A.S. Museo d'Arte dello Splendore c/o Santuario, viale dello Splendore, 112
“HAOHS”
Data: 27-01-2019
Luogo: ore 19.00 - Cripta del Duomo di San Flaviano, piazza Buozzi
Memorial Emilio Della Penna
Dal 19-04-2019
al 22-04-2019
Luogo: Campo sportivo "Castrum T.O." di Giulianova
Luoghi da visitare
Giulianova Turismo » Itinerari » Luoghi da visitare » lettura Turismo - Cosa vedere
Giulia, una "città ideale" del Rinascimento: il centro storico in alto con il Polo Museale, la Biblioteca civica e i suoi luoghi d'arte
Giulianova
castello, museo, biblioteca
Telefono: 0858021308/290
Indicazioni stradali
Caricamento Google Maps.......attendere
Informazioni e prenotazioni

POLO MUSEALE CIVICO DI GIULIANOVA
0858021290 museicivici@comune.giulianova.te.it

ORARI
Punto informazioni e accoglienza - Piazza Buozzi
14 dicembre ore 15.30/19.30
15 e 16 dicembre ore 10.00/13.00 – 15.30/19.30
21 dicembre ore 15.30/19.30
dal 22 al 24 dicembre ore 10.00/13.00 – 15.30/19.30
25 dicembre 15.30-19.30
Dal 26 al 30 dicembre ore 10.00/13.00 – 15.30/19.30
31 dicembre 10.00/13.00 – 15.30/18.30.
1 gennaio ore 15.30-19.30
Dal 2 al 6 gennaio ore 10.00/13.00 – 15.30/19.30

Museo Civico Archeologico “Torrione la Rocca” - Via del Popolo
SABATO E DOMENICA 15,16, 22, 23 dicembre 15.30-19.30
TUTTI I GIORNI dal 24 dicembre al 6 gennaio 15.30-19.30

VISITE GUIDATE [gratuite su prenotazione]
Centro Storico, Museo Archeologico, Sala di
Scultura “R. Pagliaccetti” e Cappella De Bartolomei
Punto informazioni accoglienza Musei Civici
Piazza Buozzi
Domenica 23, Mercoledì 26 DICEMBRE ore 10,00
Lunedì 31 DICEMBRE Ore 15,30
Domenica 6 GENNAIO ore 10,00


LABORATORI PER BAMBINI [su prenotazione]
Museo Civico Archeologico “Torrione la Rocca” Via del Popolo

SABATO 15 E 29 DICEMBRE ore 15,00
"Il piccolo archeologo - simulazione di scavo"
a cura dell'Ass. G.A.M.A.
€ 4,00 - bambini 6/11 anni

DOMENICA 16 DICEMBRE ore 16,00
"La bottega degli Elfi - laboratorio decorazioni"
€ 4,00 - bambini 6/11 anni

SABATO 22 DICEMBRE ore 17,00
"Tombola Archeologica"
gratuita - bambini 6/11 anni

SABATO 22 DICEMBRE E 5 GENNAIO ore 15,00
"Il piccolo archeologo - pittura rupestre"
a cura dell'Ass. G.A.M.A.
€ 4,00 - bambini 6/11 anni

VENERDÌ 28 DICEMBRE ore 17,00
Biblioteca Civica "V.Bindi" - Corso Garibaldi, 14
"Letture sotto l'albero"
gratuito - bambini 3/10 anni

- Palazzo Bindi - Servizio informazioni e accoglienza, corso Garibaldi 14: dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13 e dalle 15.15 alle 19.15085 8021308 - turismo@comune.giulianova.te.it / museicivici@comune.giulianova.te.it

Servizi
parcheggio
Altri servizi
musei; biblioteca; visita guidata; info point; ristoranti e locali
Descrizione

Quella di Giulianova è una storia di distruzione e di rinascita. Le origini risalgono a Castrum Novum Piceni, una colonia fondata dai romani attorno al 290 a.C. su un insediamento preesistente all’incrocio di arterie fondamentali della viabilità antica alla foce del fiume Batinus, l’odierno Tordino. Con il nome di Castel San Flaviano, il centro continua ad essere nel Medioevo un importante porto commerciale, punto strategico al confine del Regno di Napoli, a presidio della costa settentrionale dell’Abruzzo. Probabile sede congiunta del vescovo di Teramo, Castel San Flaviano prende il nome dal santo le cui spoglie erano approdate miracolosamente sulle nostre coste nel 449.


Sul finire del Trecento diviene contea della famiglia Acquaviva. Durante la prima metà del secolo successivo, con l’indebolimento della signoria degli Acquaviva, la rocca subisce vari attacchi e saccheggi, fino alla distruttiva battaglia del 20 luglio 1460 tra gli eserciti italiani accorsi nella guerra per la corona del Meridione della Penisola. Unica testimonianza sopravvissuta agli eventi è la chiesa di Santa Maria a mare.


Il duca Giulio Antonio Acquaviva, condottiero e membro della corte del re di Napoli, invece di ricostruire il distrutto borgo di Castel San Flaviano decide di fondare una nuova città poco più a Nord in posizione elevata. Il nuovo abitato sarà al centro del vasto dominio degli Acquaviva, coincidente all’incirca con il territorio dell’attuale provincia di Teramo e difeso da una fitta rete di castelli. Nella magnifica idea del fondatore, la nuova città fortificata avrebbe avuto il ruolo di “porta e difesa del Regno”.


Nel 1471 il re di Napoli concedeva al duca di realizzare il suo sogno, permettendogli di invitare le popolazioni limitrofe a trasferirsi nella nuova città, garantendo ad esse una casa ed un terreno da coltivare fuori le mura. Nasceva così Giulia, dal nome del suo fondatore. Giulia diviene uno tra i primi esperimenti architettonici e urbanistici del Quattrocento, una “città ideale del Rinascimento” ispirata alle idee più avanzate degli umanisti Leon Battista Alberti e Francesco Di Giorgio Martini; un sistema di strade e piazze, di chiese e di strutture difensive, tutto da scoprire, che risponde ad un progetto generale di funzionalità e vivibilità, ricco di colti rimandi simbolici.


English

Giulio Antonio Acquaviva, Earl of Saint Flavian, Duke of Atri and later Earl of Conversano, was an important figure in the political and cultural context of the Southern Aragonesi kingdom. Heir of an ancient feudal dynasty, he was a famous warlord and an influential courtier. The duke was unfortunately killed at Otranto, while fighting heroically against the Turkish in 1481.
Julius Anthony decided not to rebuild the town thennamed Castle Saint Flavian, destroyed in the battle of Tordino between the Aragonesi and the Angioini in 1460, which was also a malarial area, but he decided to found a new town in a more easily defendable place, on a hill not very far from the ancient Castle, 70 m. above sea level.


The Duke had the humanistic dream to create an “ideal city”, Giulia, well organized and with open spaces inside, but protected by strong walls and towers. He wanted to transmit, with the geometric and logical organization of the urban structure, the idea of an orderly system of the society living there. From a historical viewpoint, what emerges is the pattern of a town born from the will of the feudatory, which therefore comes to life thanks to him and which takes his name. A completely new town, totally controller through its social life management, and named Julia to make official the authoritarian act of the feudal lord, absolute master of the new society.


With this basic concept, Julia already asserts itself as a peculiar example of the fifteenth century urban system. What is more, the foundation of Julia becomes a breaking event in the Renaissance context, as the whole urban planning is organized around the Collegiate Church of Saint Mary in the Square, later Saint Flavian’s, which rises up perfectly isolated in the centre of the new settlement, and from which the whole urban system radiates outward. The building of the new fortified village started in 1470, in a dominant position on the ridge of the hill overlooking the sea below, developing a longitudinal plan.

(Versione inglese a cura degli studenti del Liceo Scientifico "Curie" di Giulianova, Progetto Alternanza Scuola Lavoro Polo Museale Civico anno 2014)

 


Giulianova. Centro Storico con la piazza Ducale e il Duomo di San Flaviano

Come si raggiunge

- a piedi: dalla stazione ferroviaria o dal centro del Lido attraverso le salite pedonali di via Montegrappa o di via delle Fontanelle;

- in auto: dalla stazione ferroviaria in piazza Roma si sale in via XXIV Maggio e si continua su via Piave. Giunti in piazza della Libertà si continua a salire per raggiungere il parcheggio antistante il comando della Polizia Municipale;

- in autobus: fermata Belvedere, linee urbane 1 e 4. Per informazioni su orari e fermate consultare http://www.gasparionline.it/linee-cittadine/

Altro da vedere

Le contrade della città antica sono costellate di piazze, di chiese - tra tutte spicca la mole del Duomo con la sua cupola, simbolo di Giulianova - di piccoli ma interessanti musei rientranti nel circuito del Polo Museale Civico e di importanti luoghi di cultura come la Biblioteca Civica "V. Bindi".  

Palazzo Bindi in corso Garibaldi, 14 è inoltre la sede dei servizi culturali e turistici della Città.

Condividi questo contenuto

- Inizio della pagina -

InfoPoint

Telefono  0858021308 - 0858021215

Email  turismo@comune.giulianova.te.it


Pagina Facebook  Pagina Twitter  Youtube

Il portale Turistico della Città di Giulianova è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eTOURIST

Il progetto Comune di Giulianova è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it